Cimitero & Tribune Baseball: il M5S Senago aveva ragione !


 

E’ giunto il momento di fare chiarezza su due procedimenti che il MoVimento 5 Stelle Senago aveva già  denunciato alla cittadinanza, alle istituzioni cittadine di maggioranza e minoranza, all’ A.n.a.c. e alla Procura della Repubblica di Milano.

Da parte della precedente amministrazione Fois – e da qualche componente dell’ attuale maggioranza – fummo derisi, definiti bugiardi, tacciati di fare polemica, campagna elettorale e addirittura di essere contrari ad un’ attività sportiva.

Oggi riscontriamo che avevamo ragione e con piacere apprendiamo la volontà della nuova amministrazione Beretta di inviare i faldoni relativi alle procedure amministrative della scorsa consiliatura, dopo che l’attuale Giunta si è resa conto di quanto da noi già denunciato da tempo: ovvero le incongruenze, le presunte mancanze e i presunti illeciti e irregolarità nell’ iter del Project Fiancing Cimiteriale e di quello della costruzione delle tribune di Via per Cesate.  Comunque non ci accontentiamo certo di una fotografia: attendiamo l’ atto di giunta e la visione degli esposti prima di congratularci ufficialmente.

Ma andiamo per gradi :

Pochi giorni fa scopriamo dai giornali che l’ Azienda di Tutela della Salute, esprime parere negativo al Project Finacing cimiteriale (link), a causa della mancanza del Piano Regolatore Cimiteriale valido,  documento di cui Lucio Fois continua inspiegabilmente a confermarne l’ esistenza, nonostante quello in vigore sia obsoleto in quanto non conforme ai regolamenti previsti dalla Regione Lombardia. 

E’ doveroso sottolineare che tutti sapevano da tempo delle irregolarità  della procedura e cioè della mancanza del Piano Regolatore Cimiteriale valido, sia la maggioranza sia l’ opposizione della precedente legislatura ora al governo della città . La nostra istanza (link) del 02 Gennaio scorso infatti esplicitava in maniera dettagliata la situazione oggetto della segnalazione ATS. Nonostante questo, nessuna azione è stata intrapresa, a cominciare dagli ex consiglieri e dall’ allora Presidente della Commissione Urbanistica Arch. Mario Milani, oggi a capo del corrispondente assessorato. Tutti vennero poi a conoscenza, attraverso di noi, che il proponente non aveva i requisiti per presentare il progetto, tanto meno per partecipare alla gara (cosa non avvenuta presumibilmente per merito della nostra scoperta sulle irregolarità  contributive dello stesso).  

Ora finalmente si farà  luce, anche se ci stupisce non poco la presenza dell’ assessore Milani nella foto di gruppo con i faldoni da inviare agli enti di controllo. A nostro avviso infatti, almeno su due dei procedimenti indicati, potrebbe lui stesso spiegare molto di quello che è accaduto.

Ricordiamo che durante l’assemblea pubblica sul project financing del 13 ottobre 2016, organizzata dall’amministrazione Fois , era addirittura seduto tra i relatori del progetto accanto al Sindaco assessore alla partita e progettista. Non ci ha infatti sorpresi la pervicace difesa dell’assessore Arch. Milani, al progetto in questione, nell’ultimo consiglio comunale del 29 Settembre 2017, dopo le dichiarazioni del consigliere, ex sindaco Fois. Pareva infatti l’assessore della vecchia Giunta più che della nuova. In una settimana cosa è cambiato Assessore ?????????????

 (assemblea pubblica del 13/10/2016)

Sulle tribune di via per Cesate invece rammentiamo un infastidito Milani, allora consigliere di “opposizione” , rivolgersi a un nostro attivista, dopo la nostra richiesta alla soprintendenza, con un sarcastico “ma che bravi”. Suggeriamo al neo assessore di cambiare atteggiamento in considerazione ai suoi doveri pubblici:  si devono ricercare le responsabilità  di chi ha permesso un abuso e non prendersela con chi lo segnala.

Abbiamo segnalato più volte che la scandalosa gestione del cimitero negli ultimi anni. Oggi veniamo a sapere, da alcuni cittadini, che ci sarebbero concessioni scadute da quasi dieci anni di cui non si sarebbe mai richiesto il rinnovo. Solo la redazione del Piano Regolatore Cimiteriale avrebbe evitato tutto questo. Anzi, come avevamo già ipotizzato a suo tempo, temiamo che la mala gestione del cimitero fosse propedeutica alla privatizzazione. Sembra sempre più concreta la possibilità  che questa situazione abbia causato e causerà enormi danni a livello economico all’ente e quindi a tutti i Senaghesi.

Stiamo infine approfondendo, attraverso la Cuc, la corretta procedura di gara: diverse nostre comunicazioni sull’argomento, sono state indirizzate al Responsabile della Commissione arch. Monica Brambilla, senza aver mai ricevuto la benché minima risposta. Tra l’altro abbiamo scoperto che dal 30 dicembre 2016 l’arch. Brambilla non è più dipendente del comune di Garbagnate ma risulta in forza al comune di “Busto Arsizio”.

Abbiamo molte domande alle quali stiamo cercando risposta una: la stessa ha per caso continuato a firmare atti per la commissione almeno fino al 31/03/2017 ? Se si, a quale titolo è rimasta capo della Commissione ? Strano che non abbia visto e non fosse in condizione di produrre risposte.

Insomma un bel ginepraio, che non potrà  che essere portato all’attenzione degli organi preposti, attraverso un nuovo esposto che invieremo nei prossimi giorni.

Per tutti questi motivi , per i tantissimi Senaghesi che hanno firmato e che stanno ancora firmando la nostra petizione, per la posizione dichiarata prima della campagna elettorale dal gruppo di maggioranza Vivere Senago, visto la recente posizione sul tema presa anche dal gruppo Rinnovamento Democratico, il Movimento 5 Stelle Senago chiede ufficialmente al Sindaco Beretta, come aveva già  fatto alla precedente amministrazione, il ritiro in autotutela della delibera n. 100 del 28/06/2016 che di fatto ha permesso l’ inizio dell’ Iter per la privatizzazione della gestione cimiteriale finalizzata all’ ampliamento. E di attivarsi in futuro affinché i proventi delle concessioni rimangano nella disponibilità pubblica e non finiscano nelle tasche di privati.

Confidiamo inoltre che presto si faccia chiarezza anche su altri iter che non ci convincono e che proprio in questi giorni stiamo verificando attraverso accesso agli atti e istanze anche ad altri enti. Tra cui: Casa della Salute di via Cavour; le nuove costruzioni di via Londra, l’ abbattimento della struttura abusiva di Mascagni ed il contenzioso aperto con i proprietari dei terreni adiacenti .

 

MoVimento 5 Stelle Senago

 

 

 

 

Lascia un commento