La Lega va sotto su due emendamenti e Pase accusa strumentalmente il Consiglio di essere contro le disabilità.


(Comunicato Stampa)

 

 

Il MoVimento 5 Stelle Senago analizza la brutta figuraccia della Lega Nord Senago avvenuta martedì scorso 31 luglio in Consiglio Comunale.

Riccardo Pase, vero Sindaco in pectore di Senago, ha perso la sua prova di forza verso la sua maggioranza e verso tutto il Consiglio Comunale. La lega Nord ha presentato due emendamenti all’ assestamento di bilancio votati favorevolmente solo dai suoi consiglieri e bocciati addirittura dal resto della maggioranza. Troppo evidente ed incoerente il cambio di pensiero di Pase, Mantovani e Beretta su legalità e lotta all’abusivismo. Hanno completamente ribaltato opinione sulla destinazione della villa abusiva di Via Farini rispetto a poco tempo fa, quando erano sui banchi dell’opposizione. Non solo, ma addirittura hanno proposto di ristrutturarla in toto a carico della comunità con una spesa di 130mila euro. Questo nonostante l’associazione di volontariato, inizialmente interessata alla villa, abbia ufficialmente rinunciato e nonostante la delibera di Consiglio del 2016  prevedesse espressamente e incontrovertibilmente che l’ amministrazione non avrebbe dovuto sborsare un solo euro per la ristrutturazione dello stabile”,  rivela il Consigliere Sergio Savio.

Precisa poi il Consigliere Riccardo Tagni :

In evidente confusione Pase ha irresponsabilmente accusato tutto il Consiglio, suoi alleati di Vivere Senago e Forza Italia compresi, di essere contro chi vive la condizione di disabilità, strumentalizzando in modo ignobile la sconfitta politica appena avvenuta.  Un penoso esempio di mala politica da parte di Pase che ha attaccato addirittura la responsabile dell’ufficio per il suo condivisibile parere contabile. È sempre troppo sicuro di sé ed e’ convinto di poter fare ciò che vuole all’ interno della sua maggioranza e di decidere con la propria testa come spendere i soldi dei Senaghesi. Ma l’altra sera mentre leggeva la sua proposta di emendamento la voce gli tremava. Non abbattere la casa sarebbe a nostro avviso propedeutico alla cementificazione della zona sud del quartiere Papa Giovanni.  Il M5S non ha mai cambiato idea ed infatti ha sempre sostenuto che quella villa doveva e dovrà essere abbattuta, per volere della magistratura e per dare un segnale forte di lotta dell’abusivismo”

MoVimento 5 Stelle Senago 

 

Lascia un commento