In perfetta continuità con il passato!


L’altra sera la maggioranza e la Giunta Comunale hanno dato prova di incompetenza e irresponsabilità su tutti i fronti.

Il Consiglio ha adottato un Piano Regolatore Cimiteriale che riteniamo illegittimo ed urbanisticamente non rispondente alla realtà. Un documento che potrà provocare danni e altri colossali ritardi ai lavori che il nostro cimitero necessita urgentemente .
Vergognoso votare il punto e non sapere se il nostro ente sia in possesso o meno del precedente Piano Regolatore Cimiteriale.

Come ha potuto il Comune gestire per 21 anni un cimitero in completa illegalità ? Ora si vuole cancellare il passato con questo documento affermando che quello precedente non sia mai esistito. Significativa la scena muta della giunta alle nostre tante domande.

Dopotutto anche durante la Commissione sul tema siamo stati gli unici a sollevare molte criticità del procedimento, che purtroppo però , stranamente , non sono state riportate nel relativo verbale stilato e consegnatoci poche ore prima del consiglio comunale .
Il nostro Gruppo Consiliare ha quindi deciso di non partecipare alla votazione di un documento che ritiene ad oggi illegittimo e che a nostro avviso non doveva nemmeno essere discusso.

Presenteremo ora le osservazioni del caso, mettendo in conoscenza tutti gli organi sovracomunali di controllo, con lo scopo propositivo di arrivare ad un documento conforme in fase di approvazione.

Purtroppo le premesse iniziali non sono buone.

E’ ora Fondamentale che l’amministrazione Beretta accolga la nostra richiesta di ritiro della gara
per la costruzione di loculi e cinerari partita incredibilmente senza il Piano Cimiteriale e quindi viziata in origine e nuovamente a rischio ricorso da parte dei partecipanti. Il suo silenzio è preoccupante.


Inqualificabile poi l’atteggiamento del Consiglio comunale sulla nostra mozione in cui si impegnava l’amministrazione a costituirsi parte civile nell’ eventuale rinvio a giudizio di un ex dipendente comunale per presunti illeciti inerenti gli abusi edilizi di Via Londra.
La nostra mozione, che non riportava nessun nome e non accusava nessuno, chiedeva esclusivamente una chiara e coerente presa di posizione da parte di Giunta e Sindaco per tutelare i Senaghesi in caso di rinvio a giudizio.

Sulla richiesta del Pubblico Ministero, a seguito del nostro esposto del 2015 e delle indagini poi eseguite, il nostro Comune e quindi la nostra comunità risultano infatti parte lesa.

La discussione della mozione si apre con la richiesta da parte della maggioranza di trattare il punto a porte chiuse, addirittura senza trascrizione ed utilizzo dei microfoni nonostante gli iniziali problemi audio fossero risolti. Proposta votata da maggioranza e PD, con astensione di Rinnovamento Democratico. Naturalmente voto contrario da parte nostra!

Il Consiglio ha successivamente bocciato la mozione senza una plausibile giustificazione ma solo con la dichiarazione del Consigliere Zappani per conto dell’intera maggioranza, in cui si affermava curiosamente che non si avevano gli elementi necessari per prendere una decisione sul punto.

Strano anche il comportamento del Consigliere Conforto del Partito Democratico che prima dimostra ( o fa finta ) di non aver minimamente capito il senso della nostra mozione, poi addirittura ci accusa ignobilmente di fare giustizialismo, prima di scappare letteralmente a gambe levate senza partecipare alla discussione e alla votazione. Astensione di Rinnovamento Democratico. Voto favorevole dei solo proponenti (noi).


Evidentemente in tanti a Senago sono preoccupati per i risvolti che potrebbero portare questo eventuale rinvio a giudizio e gli altri procedimenti amministrativi attualmente sotto la lente di ingrandimento della magistratura

Riteniamo che quanto accaduto ieri sera sia in contrasto con i proclami di trasparenza , di lotta all’ illegalità e di cambiamento dell’azione politico amministrativa rispetto al passato , promessi a più riprese ai Senaghesi dall’amministrazione Beretta.

Per molti il problema di Senago non è l’illegalità diffusa ma la nostra presenza e l’impossibilità di ingabbiarci in vecchi giochetti politici. Forse in parecchi temono un vero terremoto giudiziario.

Illegalità ed omertà hanno le ore contate?


MoVimento 5 Stelle Senago

Lascia un commento