Vasche di Laminazione: vogliono fregarci un’altra volta!


Ed ecco che si torna a parlare di vasche di laminazione a Senago.

Dopo il disastro organizzativo degli ultimi anni però, ai nostri furbi amministratori, non conviene più parlare di laminazione del Seveso ma bensì di 2 torrenti che per la maggior parte dell’anno sono in secca, il Pudiga e il Garbogera. Almeno questo è quello che si vuole far credere alla cittadinanza meno attenta.

Se, come affermano, non verrà più costruita la vasca di laminazione “prioritaria” del Seveso contenuta nel progetto AIPO, ma solo quella dei 2 torrenti, questo vorrebbe dire rinnegare tutto il progetto globale di contenimento delle piene a Milano fino ad oggi proposto . Abbiamo lottato anni contro il concetto che la vasca di Senago fosse prioritaria rispetto le altre e ci hanno sempre sbattuto la porta in faccia. Guarda caso fino ad oggi.

Ora che hanno creato il disastro, con società appaltatrici ritirate, ritardi e cantieri abbandonati, la vasca di laminazione di Senago non è più prioritaria e presumibilmente serve una nuova scusa per uscirne in modo dignitoso continuando l’opera.

Peccato che osservando il “nuovo“ progetto presentato, nulla è cambiato rispetto al passato!

Infatti, mentre gli amministratori di Senago e di Regione Lombardia festeggiano (fateci caso, le figure a volte coincidono), l’ingegner Mille di Aipo afferma che “al momento” verrà realizzata una sola vasca a Senago. Poi si vedrà.

Insomma ci stiamo facendo nuovamente fregare come in passato.

Gli amministratori a Senago dal 2017 sono cambiati, ma come quelli precedenti (ricordiamo l’inserimento delle vasche nel PGT) stanno tentando di farci digerire queste maledette vasche.

Lo fanno passare come un successo, soprattutto a Senago, perché dopotutto sono già stati stanziati 30 milioni di soldi pubblici (nostri) da Regione Lombardia e Comune di Milano per le vasche di Via De Gasperi. Molto meglio mantenere lo stesso progetto naufragato in passato, aggiungere un paio di prese idrauliche per Garbogera e Pudiga e cambiare solo la “giustificazione” per farlo digerire alla nostra comunità e a qualche tifoso politico .

Ormai qualcosa bisogna costruire, qualche soldo ancora è avanzato e in attesa di trovarne altri in futuro per continuare a scavare, gettiamo il primo seme con le vasche di Pudiga e Garbogera. Poi vediamo !!! Senaghesi di che vi preoccupate ???

Addirittura si festeggia l’arrivo di questo “nuovo progetto“ come un successo dell’ Amministrazione Comunale .

In passato avevamo prima chiesto alla giunta di centro sinistra di rinnegare il proprio partito a Milano per questa forzatura sul nostro territorio, ma senza successo . Poi avevamo chiesto alla nuova giunta di centro destra di andare in Regione Lombardia e sbattere i pugni per evitare questo scempio , ma senza successo . Ora che nostri politici locali, contrari da sempre alle vasche, sono stati eletti in Regione Lombardia le “vasche della vergogna” addirittura le festeggiano sui social e sui giornali . L’ apoteosi dell’incoerenza.

Ma il Consiglio Comunale di Senago non si era espresso contro la realizzazione delle vasche a Senago?

Questa storia ha veramente dell’incredibile e spiega bene quanto la nostra politica sia arretrata, miope e in balia esclusivamente dei partiti .

Proprio ieri passeggiando sullo scolmatore abbiamo notato la vasta moria di pesci che è in atto in questi giorni, denunciata anche da altri cittadini a Paderno Dugnano. E noi dovremmo festeggiare ?

NO VASCHE SENAGO !!

MoVimento 5 Stelle Senago

Lascia un commento