LE FAVOLE DEL CONSUMO ZERO!


 

Si è riunita giovedì 17 Gennaio 2013 la commissione urbanistica.

All’ordine del giorno c’era la presentazione del  nuovo PGT, in via di approvazione, fatta dal sindaco Fois e del’ architetto Favole, che ne ha seguito la stesura.

Bene, abbiamo avuto conferma di ciò che si era già capito perfettamente al convegno delle Acli nello scorso 27 ottobre http://www.senago5stelle.it/?p=760 , dove era emersa l’intenzione, completando l’opera, di propinare l’ennesima colata di cemento nell’area attorno al quartiere Papa Giovanni. 

Non che il resto del territorio di Senago non sia attenzionato dai costruttori e pseudo amministratori, ma il quartiere sopraccitato resta l’area più appetibile. La presenza di suolo vergine disponibile per lor signori è elevatissima, e sul suolo vergine la remunerazione speculativa è massima. 

La presentazione è stata farcita, per rendere meno indigesto il boccone, con proposte mirabolanti di realizzazione sull’intero territorio comunale di opere pubbliche di vario tipo (una nuova scuola, area attrezzate a verde, piste ciclabili ecc..). Sembra la riproposizione del famoso piano particolareggiato di Papa Giovanni, dove l’unica cosa attuata è stata l’inizio della colata di cemento e,……stavamo dimenticando, la mezza rotonda per accompagnare in campo le squadre  di calcio del campionato di 3° categoria. 

E pensare che il campo sorgeva dove è stata costruita una bellissima palazzina con mattoni a vista. La lungimiranza degli amministratori dell’epoca ha fatto si che fosse spostato nel luogo che consentiva la realizzazione della mezza rotonda d’ingresso………..Un’opera che meriterebbe premi internazionali d’architettura urbana. 

Questi amministratori, non possono essere credibili. Lo hanno già dimostrato i loro predecessori in tante occasioni:  sono schiavi del sistema mattone. Andrebbero avanti all’infinito a costruire, fintanto che gli rimane un orto a disposizione.

Non hanno il coraggio di immaginare un diverso modo di amministrare la città.  Per noi e per tutti quelli di buon senso,  il PGT andava costruito sull’esigenza abitativa si Senago, a fronte di un analisi di sviluppo sociale e urbano dell’intero territorio e dopo aver censito le abitazioni e i capannoni esistenti ( vedi nostre richieste senza risposte del 25/05/2012: ?attachment_id=783 + sollecito del 27/10/2012  ?attachment_id=784 ) .

Se ne sono guardati bene dal farlo. Sarebbe emerso che Senago ha innumerevoli abitazioni e capannoni sfitti o invenduti: a partire dal nuovo insediamento di via De Gasperi, per arrivare ai capannoni nella zona sud (come avevamo  più volte evidenziato nelle nostre passate considerazioni post consiglio). E questo non avrebbe sicuramente giustificato la realizzazione di nuovi insediamenti. 

Avevamo sperato, dopo aver letto  l’articolo che recitava : “ …verificheremo se il centrosinistra proseguirà con l’aumento delle tasse per garantire l’attuale livello delle spese correnti o al contrario si farà carico di quei provvedimenti che per tanti anni non sono stati presi, la partire dalla riduzione dei costi della macchina comunale” scritto dal consigliere PD (che noi affettuosamente chiamiamo: “Interrogazione facile”), che era arrivato il momento del cambio di rotta.

Evidentemente così non sarà neanche con questa giunta: gli oneri di urbanizzazione continuano a far troppa gola. 

Anche se, questa volta, difficilmente potranno far cassa, visto la situazione drammatica del mercato immobiliare.  

Alla faccia del tanto sbandierato, in campagna elettorale, “consumo Zero del territorio”. Già dai primi consigli comunali  era diventato “quasi consumo zero”, per passare al “minimo indispensabile“  e  arrivare all’ attuale colata!

 

Prepariamoci a raccogliere le macerie…………..

 

 

MoVimento 5 Stelle Senago 

Lascia un commento