Ostinatamente contro Senago ……..


Scrat-with-an-acorn

Ci eravamo lasciati con l’ultimo manifesto in cui svelammo il maldestro tentativo della maggioranza, che sorregge sindaco Fois, di aprire una crisi pilotata (rimpasto) per sostituire alcuni assessori in difficoltà e soddisfare così le fameliche pretese di altri “presunti statisti”. Il tutto saltò per la paura di far precipitare la giunta in una crisi dall’esito incerto, con il pericolo concreto di far tornare alle urne Senago. Evidentemente l’esito dell’ultima tornata elettorale nazionale lo sconsigliò.

A distanza di 4 mesi da quel momento  il vicesindaco e assessore al personale, partecipazione e comunicazione, cultura, istruzione, associazionismo, ecc. ecc.  è stata costretta a dimettersi per obblighi di legge. Ad oggi, passati tre mesi, del nuovo vicesindaco e assessore nessuna traccia.

Crediamo che i motivi risiedano nelle forti contraddizioni interne a questa “armata Brancaleone” che è riuscita a vincere le elezioni, ma non riesce a governare Senago. Pochissimi infatti sono stati gli atti di rilievo (senza contare l’ordinaria amministrazione e le feste), e cioè :

  • dar corso, dal 24 dicembre 2012 alle ore 12:00, all’iter di adozione del PGT (Piano del Governo del Territorio), miseramente fallito (nonostante i proclami) e ritirato, grazie anche al contributo della nostra petizione cittadina (con oltre 900 firme fin qui raccolte). Petizione con cui chiedevamo l’indizione di un censimento urbanistico a seguito della sospensione dell’iter di approvazione, in considerazione all’intenzione della giunta di edificare su suolo “VERGINE” altri 130.000 metricubi di INUTILI nuove abitazioni ed edifici industriali. Sul territorio di Senago infatti, come tutti i senaghesi ben sanno, sono disseminate centinaia di abitazioni e capannoni sfitti e invenduti. Il 6 settembre molto sottotraccia (praticamente all’oscuro della cittadinanza) è stata ripresentata la VAS (Valutazione Ambientale Strategica del documento di Piano) riaprendo i termini di 60gg per le osservazioni dei cittadini e dei soggetti interessati, senza fornire uno straccio di giustificazione sull’abbandono del precedente documento e omettendo tra l’altro di portare a conoscenza le osservazioni presentate dai cittadini al primo documento, come invece è prassi per quasi tutte le amministrazioni serie, addossando sull’intera comunità i maggiori oneri dell’operazione pasticciata.
  • Il festival della bandiere sulla questione “Vasche di Laminazione” .  Manifestazione propagandistica, alla quale non è seguita nessuna azione amministrativa degna di nota, se non la richiesta di audizione alla commissione Ambiente della Regione Lombardia, da noi sollecitata con la sponda dei nostri portavoce M5S in Regione.
  • Dulcis in Fundo, lo spettacolare “Ottovolante” disegnato da un “Renzo Piano de noantri”  in via De Gasperi, che in lavorazione da qualche mese vede già interventi di modifica. Evidentemente il vicino concessionario di automobili deve aver fatto notare che la sua capacità di accogliere direttamente gli automobilisti in vetrina è limitata, perciò sarebbe necessario porre rimedio trasformando magari il supermercato in nuovo concessionario con annessa carrozzeria (………e pompa di bEnZina!!!).

Hanno la faccia tosta di dichiararsi votati alla trasparenza ma fanno l’esatto opposto: sembrano la fotocopia dei disperati che ci stanno governando a livello nazionale, ostinatamente attaccati alla poltrona e contro gli interessi della comunità. Come cittadini abbiamo formulato e depositato diverse richieste di chiarimenti sugli atti amministrativi della giunta, ma ostinatamente continuano (nella trasparenza) a non rispondere. Quale sarà il prezzo che Senago pagherà per questi maldestri comportamenti? Probabilmente lo scopriremo il giorno dopo l’adozione definitiva del PGT, dove forse scopriremo gli “inconfessabili” accordi presi per soddisfare gli appetiti dei poteri forti che agiscono sul territorio (“compresi i molti elementi che operano direttamente all’interno della giunta e della maggioranza”….. vedi le dichiarazioni dell’ex sindaco Rossetti nella seduta delle sue dimissioni). Come M5S continueremo nella nostra opera di sensibilizzazione della cittadinanza sulle malefatte della giunta. Giunta che attualmente si regge sulla “capacità di organizzare feste”, importanti certo,…. ma Senago ha bisogno di ben altro per impostare la vita delle generazioni che verranno.

A proposito di feste, ci è giunta voce che per la festa del paese addetti della Pro Loco si siano recati dai commercianti senaghesi a “chiedere” un contributo economico per l’organizzazione dell’evento. Se così fosse, ci piacerebbe conoscere  i dettagli e la rendicontazione di questa operazione come da impegno preso durante l’ultimo consiglio comunale.

Partecipate!! Non Delegate!!

 

MoVimento 5 Stelle Senago  

Lascia un commento