Cambio della guardia in consiglio comunale? Crediamo proprio di NO!


cambio-guardia2

Abbiamo appreso negli ultimi giorni che Enrico Chiesa, ex sindaco di Senago, attuale capogruppo di Insieme per Senago, presidente della Commissione Urbanistica/assetto del territorio , vero sindaco ombra della giunta Fois,  si dimette da consigliere.

Con un lungo articolo sul sito della lista (http://www.insiemepersenago.org/cambio-della-guardia-in-consiglio-comunale/) cerca di spiegare i motivi della scelta e cerca di far passare il messaggio che la sua attività sul territorio sia stata sostanzialmente positiva.

Non vogliamo entrare nel merito dell’onestà intellettuale e di quella etica della persona…..non ci interessa. Quello che ci interessa è l’aspetto politico che, dal nostro punto di vista, lo riteniamo “se non completamente fallimentare poco ci manca”.

Dopo aver fatto l’assessore con Pogliani, è diventato sindaco di Senago lui stesso, per poi essere scalzato alla rielezione a favore della lista di centro destra Rossetti (per la prima volta nella storia di Senago ha vinto il centro destra). Successivamente è diventato l’uomo cerniera per la vincente coalizione Fois.

La cosa che più ci ha colpito nella sua parabola è l’incapacità di interpretare la nuova fase socio economica degli ultimi anni, con atti di discontinuità nella gestione del territorio.

Noi l’abbiamo vissuto e visto come coerente interprete degli interessi dominanti nella nostra comunità, quelli prevalentemente legati alla gestione del “mattone”.

Ora i gruppi di riferimento si rendono conto che la nuova fase è colma di insidie pesantissime sull’evoluzione dei loro interessi, per questo crediamo che la frase di apertura dell’articolo:

Nel prossimo Consiglio comunale ci sarà una novità: tra i banchi dei consiglieri non sarà presente il nostro Enrico. Dopo vent’anni ha deciso di giocare un ruolo diverso nella politica locale“, 

sia disvelatrice di ciò in cui si impegnerà Chiesa nei prossimi due anni:  ovvero tentare ci comporre una coalizione che superi probabilmente Insieme per Senago e faccia un accordo organico con l’anima del PD, vincitrice del recente scontro che ha portato Fois a trasmigrare da Sel al PD. Con la speranza che quelli che si sentono “padroni di Senago” continuino ad esserlo.

Auspichiamo che i senaghesi svincolati da questi giochetti si accorgano e prenderanno le distanze da questa possibile operazione gattopardesca.

A tutti gli altri consigliamo di tenere gli occhi ben aperti.

 

MoVimento 5 Stelle Senago

Lascia un commento