Alberi pluridecennali abbattuti. Cosa c’è sotto ?????


10354815_10205221307322181_4047977713046284437_n 10421092_10205221303722091_8512355506059027735_n 532898_10205221312522311_2757308946734643293_n 1509808_10205221300322006_6565063746461674941_n 10445510_10205221298241954_5981270197861704647_n

 

La questione dell’abbattimento di oltre 60  alberi pluridecennali, nella zona “pubblica” vicina al cimitero, comincia ad essere “spinosa e inquietante”.

Dopo che un post su di una pagina di facebook, inerente a questa discussione, è stato stranamente rimosso, abbiamo cominciato ad indagare sulla vicenda.

Lunedì sera 27 ottobre abbiamo contattato ed incontrato un agronomo che ha eseguito un primo sopralluogo sul posto. L’esperto ha constatato che pochissimi tronchi erano realmente malati…..la maggior parte era sana.  E’ indiscutibile, e nessuno la nega, la vicinanza con le abitazioni (che in alcuni casi può ritenersi pericolosa per l’incolumità degli abitanti).

Ma possibile che “tutti quanti”  fossero pericolosi????? Siamo sicuri che una buona parte non  fosse possibile potarli e metterli in sicurezza senza abbatterli ??? Esiste una delibera di giunta in merito ???? Chi ha autorizzato il taglio ???? Chi è il tecnico esterno che ha consigliato l’abbattimento di tutta la fascia di alberi più a nord ????

La nostra domanda del 29/10/2014: ?attachment_id=3552

 

 

Altra importante considerazione =

Tutti noi siamo grati ai tanti volontari che aiutano la comunità senaghese (noi  stessi non ci tiriamo indietro quando c’è da ripulire Senago dai rifiuti abbandonati, attraverso le nostre iniziative Puliamo Senago), ma sulla questione taglio di oltre 60 alberi (che ci auguriamo si possano piantumare in numero uguale in altra zona di Senago) è giusto fare una considerazione e capire se è stato chiesto , a queste persone volenterose, addirittura un impegno e sforzo inutile.

Dall’agronomo abbiamo saputo infatti che, in questi casi, solitamente vengono da loro acquistati alberi “in piedi” a circa 70 € l’uno (cioè:  vengono a Senago, abbattono gli alberi, tagliano la legna e se la portano via………pagando alla comunità addirittura 70 € ad albero).

Su oltre 60 alberi è facile fare i conti …….. circa € 4500,00.

Come mai è stato deciso di farlo tagliare ai volontari ????   Chi ha preso questa decisione ?????  Non si poteva chiedere a quest’ultimi di intervenire su altre piante che necessitavano soltanto di potatura?????  A questo punto la legna recuperata non può essere messa a disposizione della comunità, essendo appunto della comunità ?????  Dov’è accantonata questa legna ?????

Se immaginassimo di cedere questa legna “ad offerta libera”, il ricavato potrebbe essere donato alle nostre scuole o alle famiglie bisognose o ad altre necessità. Considerando che la legna viene venduta oggi intorno a 13 € /q , immaginando una richiesta di offerta minima molto bassa di € 5/q  e tenendo conto che ogni albero di quelli pesa circa 3 tonnellate, si potrebbero recuperare circa € 9500,00 per la nostra comunità.

C’è naturalmente da aggiungere la legna (in misura naturalmente minore) da recuperare, ai bordi del torrente Cisnara, ricavata da alberi e rami caduti nel greto del fiume e recuperati durante le nostre giornate di volontariato civico Puliamo Senago.  Anzi informiamo chi di dovere che il Cisnara è tutt’ora pieno di legnami e tronchi caduti che andrebbero rimossi il prima possibile.

 

Ma era veramente indispensabile fare questo scempio???

 

Siamo in attesa di conferme, ma sembrerebbe che tempo fa alcune di quelle piante siano state manomesse. Appena ne sapremo di più faremo, come ns. consuetudine, operazione di trasparenza……. pratica invisa all’attuale amministrazione.

 

!cid_ii_i1uletmv0_1495ba39874d522c

 

MoVimento 5 Stelle Senago

 

 

 

 

Lascia un commento