Abusi a Senago……a proposito di “controllo” del territorio


 

via Londral

 

 

Il comune di Senago ha finalmente risposto alla nostra prima osservazione , inclusiva di comunicazione all’autorità giudiziaria,  (Prima Osservazione 053) a riguardo la variante al  Piano Integrato d’ intervento denominato “Senaghino De Gasperi” (Risposta Comune di Senago)

La giunta FOIS si stava apprestando ad adottare questa variante in cui, INCREDIBILMENTE ed IRRESPONSABILMENTE, autorizzava l’operatore proponente ad adeguare l’altezza massima (di un recentissimo edificio già costruito e abitato da qualche anno ) e ad utilizzare il sottosuolo delle “aree pubbliche” (per intenderci sotto il manto stradale) per la realizzazione di  14 box interrati.

 

Scaricati i documenti relativi (disegni e descrizione della variante) dal sito Istituzionale, li abbiamo studiati attentamente e ci siamo accorti in primis, dopo un sopralluogo, che la peculiarità del tragitto del sistema fognario era al quanto sospetto. Inoltre i piani dell’edificio non corrispondevano a quanto dichiarato in origine, ma bensì a quanto sarebbe dovuto diventare dopo l’approvazione della variante. Ma semplicemente ragionando economicamente è parsa evidente l’illogicità del rapporto costo/beneficio, facendoci quindi sospettare che detti lavori fossero già realizzati in fase di edificazione iniziale.

A sostegno di tutto ciò, ricercando su internet, abbiamo trovato un immagine satellitare del cantiere aperto, dove si palesavano i nostri sospetti: i muri armati perimetrali della costruzione erano proprio sotto il tracciato della futura strada.

Ebbene oggi  l’amministrazione di Senago ci risponde che, dopo le dovute verifiche, avevamo ragione:  trattasi proprio di abuso edilizio !!!!!      Ma vaaaaa ??????

 

In pratica i nostri attenti amministratori stavano “involontariamente” sanando un vero e proprio abuso sul nostro territorio senza avvertire, come è successo tra noi, il minimo sospetto.

 

Questa vicenda propone a tutti una serie di domande:

 

  • Ma chi sono i responsabili che avrebbero dovuto controllare, sia in fase di costruzione e sia prima di preparare i documenti autorizzativi per la variante al piano ?
  • Ma possibile che a nessun tecnico comunale e nessun componente della giunta, Sindaco in testa,  sia sorto il benché minimo dubbio che il costo d’intervento per queste varianti (tra cui quello di demolire e ricostruire letteralmente una strada pubblica) non poteva in nessun modo essere economicamente vantaggioso rispetto al profitto che avrebbe ricavato l’operatore dalla vendita?
  • A nessuno di loro è venuto in mente che le opere in variante (che stavano per approvare) avrebbero portato un logico introito  se solo se fossero già state realizzate precedentemente ?
  • Ma si rendono conto di quello che stavano approvando senza fare un minimo di controllo preventivo ?
  • I consiglieri di maggioranza e di opposizione  leggono ogni tanto i documenti in albo pretorio ?
  • Ma invece di litigare in consiglio comunale su “poltrone promesse” e “incarichi caduti dall’alto” (vedi ultimo vergognoso consiglio comunale) quando inizierà questa maggioranza ad amministrare la città e controllare quel che accade a Senago?

 

Ora, dopo altre precedenti segnalazioni di abusi (tra cui un vero e proprio allevamento di ovini + vari orti  dietro il cimitero su terreno comunale), ci sono venuti forti dubbi sul fatto che questa amministrazione sia in grado di controllare il nostro territorio. Oppure ci domandiamo, ma senza troppa convinzione : non è che forse lo controlla fin troppo bene ????

 

Come abbiamo già più volte scritto la cultura del mattone e dell’abuso è difficilissima da sradicare. E’ necessaria e indispensabile una vera e credibile volontà politica, che sicuramente fatichiamo a ritrovare negli attuali amministratori. Ma del resto già anni fa la ex Sindaca Franca Rossetti, attraverso un comunicato letto nel consiglio comunale delle sue dimissioni, denunciava sostanzialmente il rapporto politica/mattone di alcuni politici senaghesi.

 

A suffragio dei nostri timori, leggendo la risposta dell’amministrazione, c’è il fatto che non abbiano minimamente sentito l’esigenza di un semplice ringraziamento, per il prezioso contributo fornito alla comunità da parte di normali cittadini.  Cittadini che si sono attivati volontariamente qualche anno fa per comprendere e studiare l’attività amministrativa senaghese, proponendo soluzioni alternative e tentando di lanciare un messaggio sulla necessità di apportare un cambiamento indispensabile. In questi ultimi tempi è sempre più evidente per noi che queste segnalazioni diano “quasi” fastidio e non ne comprendiamo seriamente la motivazione.

 

Ripetiamo per l’ennesima volta e fino alla noia, che è necessario allineare ciò che si proclama con ciò che si attua. A parole sono tutti per la partecipazione, la democrazia, la trasparenza e il cambio di rotta, ma quando qualcuno inizia a metterci il naso, vanno letteralmente in fumo: come se toccassero loro qualcosa che gli appartiene personalmente.

 

Ecco perché ormai è giunto il momento che Senago trovi il coraggio di voltar pagina, per consentire che vecchie e deleterie incrostazioni vengano rimosse, affinché si possa affermare un futuro dove il bene della comunità tutta sia davvero al primo posto.

 

 

Partecipate, non delegate!!!   A riveder le Stelle

 

 

MoVimento 5 Stelle Senago

Lascia un commento