Chi taglia la SCUOLA cancella il futuro !!


TYP-471902-sciopero-scuolast

 

Siamo alle solite!

Esattamente come avviene a livello nazionale, si predica bene ma poi si razzola male.

Ancora una volta questa pessima amministrazione sta dimostrando quanto poco tiene al sociale:

 

 

  • La scorsa estate ai bambini con disabilità era stato ridotto il tempo di frequenza al Centro Estivo “E…State in Movimento” (il nostro comunicato sulla vicenda), costringendo di fatto i loro genitori a raccogliere delle firme per una petizione popolare che purtroppo, dal Comune, non ha avuto il riscontro dovuto.
  • Durante la chiusura estiva l’amministrazione ha contribuito in maniera solo “virtuale” alla rimessa a nuovo del plesso scolastico di via Repubblica, reso possibile  grazie ai genitori volontari.

 

  • Il contributo alle scuole senaghesi per l’anno in corso, per giunta soltanto come spese di segreteria,  è stato di € 8.131,00 ( Determinazione n.413 del 2015) per una platea di circa 2200 bambini, ovvero € 3,65 a bambino; mentre nel 2013/2014 ammontavano a ben € 27.214,00 (Determinazione n.623 del 2013), in pratica € 12,37 a bambino.
  • Senza dimenticare l‘ ostracismo dell’amministrazione nell’ aderire alla possibilità di attingere ai fondi dell’otto per mille per interventi all’edilizia scolastica delle nostre scuole in pessimo stato di conservazione (il nostro articolo in merito)

 

 

Ora abbiamo potuto appurare che negli ultimi anni anche il contributo per il progetto sulla “psicologia scolastica” è stato letteralmente svuotato.

Questa decisione “politica” limita di fatto, in modo sostanziale, la possibilità ai docenti, genitori, bambini e ragazzi della fruizione di un servizio assai essenziale nel risolvere molte problematiche della vita scolastica e non. Visti i tempi in cui viviamo e la realtà che i giovani si trovano ad affrontare quotidianamente, ci sembra al quanto tragico tagliare da € 28.992,00 del 2010/2011 (Determinazione n.639 del 2010) ai 12.989,00 del 2015/2016 (Determinazione n.688 del 2015).

 

Ci chiediamo se l’amministrazione si sia confrontata con i dirigenti scolastici per capire quali potessero essere le ripercussioni nel tempo di queste drastiche scelte. Fino a qualche anno fa la scuola senaghese era classificata tra le prime in Lombardia……ed ora?

Quest’ anno oltre la farsa della legge voluta da Renzi, denominata “Buona(per chi?) Scuola”, l’amministrazione senaghese cala l’asso per contribuire a dare il colpo di grazia.

Tentano di far passare il concetto che non ci sono più soldi e che le casse del Comune sono costantemente in rosso, ma viene spontaneamente da chiedersi: le maggiori entrate, rese possibili grazie all’aumento esponenziale dell’ Irpef comunale, l’aumento della Tasi, la Tari e dalle tantissime contravvenzioni provenienti dai nuovi Tred, dove diavolo vanno a finire ?????

 

Possiamo serenamente concludere che le risorse utili al sostentamento delle scuole di Senago l’amministrazione ha preferito dirottarle da altre parti.

 

Tra le tante ne ricordiamo solo alcune (sarebbe impossibile elencarle tutte):

 

  • 100.000,00 €uro, scovati tra le pieghe di bilancio, e destinati al campo comunale di baseball di via per Cesate.

 

  • L’amministrazione senaghese ha consentito che la Senago Calcio accumulasse nei suoi confronti debiti per € 120.000,00 . In pratica non sono state pagate le utenze, negli ultimi anni, concordate alla stipula della convenzione, senza che l’amministrazione verificasse la validità della fidejussione sottoscritta, rivelatasi “farlocca” a garanzia delle possibili insolvenze. Vicenda che ha dell’incredibile con probabili sviluppi futuri. Il tutto si somma naturalmente, alle spese legali per tentare di recuperare gli oneri dovuti.

 

  • Inutile ed irrazionale incarico da 17.000,00 euro conferito all’università di Pavia per sostanzialmente avvalorare il progetto AIPO nella costruzione delle vasche di laminazione sul territorio senaghese

 

  • altre cause e ricorsi aperti contro Retitalia Spa (vicenda serbatoi ex pompa Zoani. Sospetto conflitto d’interesse?), Tar della Lombardia (per permettere il consumo del territorio in zona agricola a Papa Giovanni) , Comune di Bollate (per poter realizzare una discarica di materiale pericoloso e non, sempre nell’area sud di Senago).

 

  •  Parcheggi inutili realizzati, a scomputo degli oneri, dalle stesse imprese che costruiscono, il più delle  volte, invendute abitazioni. Il tutto senza fare gare di appalto che consentirebbero più favorevoli economie per le esangui casse comunali.

 

 

Le scelte amministrative sono determinate dalle priorità politiche che concordano la giunta e la maggioranza dei consiglieri che la sostiene, alzando la “manina” ad ogni occasione.

L’educazione e l’insegnamento sono l’architrave per il futuro dei nostri ragazzi e di conseguenza della nostra comunità……………ma qui a Senago evidentemente arrivano per ultime.

 

A riveder le Stelle !!!

 

 

MoVimento 5 Stelle Senago

Lascia un commento