Viene garantita la privacy dei cittadini di Senago ?


images5HEBXTIP 
 
 
Puoi comprendere che la tua azione politica sta colpendo nel segno, quando, ad un anno dalle elezioni, vengono presumibilmente utilizzati mezzi impropri per combatterti. Siamo ovviamente consapevoli che, nei prossimi mesi,  saranno pronti a tutto per ostacolare chi potrà apportare un vero cambiamento; ma siamo anzitutto preoccupati se a Senago non fosse garantita la privacy dei propri cittadini.

 

Da qualche tempo circola voce in città che un cittadino, mai candidato a nulla e facente parte del nostro gruppo M5S Senago, abbia omesso il pagamento di una tassa comunale.

 

Noi l’abbiamo scoperto qualche mese fa grazie alla confidenza, con tanto di particolari minuziosi, di un cittadino avvicinato ai nostri banchetti informativi. Nessuno inizialmente ha dato peso alla notizia naturalmente;  ma ad oggi scopriamo, da altri cittadini, che la “voce” continua inesorabile.
Anzi l’ attivista in questione sarebbe cresciuto in numero, …diventando ora: “alcuni”, “parecchi”, ecc ecc.. 

 

A parte che, nello specifico, tale affermazione non corrisponde a verità, riteniamo che se fosse una semplice “diceria diffamatoria”,  questa non debba nemmeno essere presa in considerazione, ma anzi ci dovrà far comprendere che siamo evidentemente sulla strada giusta e che dovremo, da ora, essere ancora più pressanti, integerrimi e uniti verso il nostro obiettivo: la diffusione dell’ onestà, della trasparenza e del bene comune per tutti i cittadini senaghesi.
 
Cosa diversa sarebbe se oltre alla diffamazione, che comunque ricordiamo è punita dall’art. 595 del codice penale con la reclusione fino ad un anno o con multa fino a € 1.032,00, ci fosse eventualmente il ben più grave “accesso abusivo alla banca dati fuori dalle finalità di servizio” (art. 615 ter codice penale) , “trattamento illecito di dati personali sensibili” (art.167 c.1 d.lgs 196/03) e  l’eventuale “divulgazione a terzi per fini denigratori”.
 
 
Perché ci domandiamo ciò? Ci preoccupa il fatto che, anche se le “dicerie” di cui sopra risultano false, a volte sono stranamente precise su nominativi di chi guarda caso, per proprie ragioni “private”, aveva ritardato il saldo proprio di una tassa comunale, poi regolarizzata ancora tempo fa.  Cosa assai comune purtroppo, in questi ultimi anni,  alla maggior parte degli italiani.
 
Sappiamo che la macchina del fango probabilmente è attiva da tempo e questo fa parte, nostro malgrado, della cultura della lotta “politica italiana”, brava a denigrare tutti quelli che non la pensano allo stesso modo, soprattutto quando si occupano del “bene comune” senza tornaconto personale.
 
Ma quello che non è sopportabile, essendo soprattutto “illegale”, è l’eventuale utilizzo di dati sensibili personali per abbozzare un discredito di gruppo o di una persona, fino a replicare una menzogna tentando di farla apparire plausibile. 
 
Per questo motivo, visto l’inspiegata coincidenza,  chiediamo a chi di dovere di vigilare attentamente sul rispetto della privacy affinché “informazioni personali di qualsiasi cittadino”  non vengano divulgate in nessun modo e che soprattutto, non sia permesso a chicchessia (comprese figure istituzionali e/o addetti ai lavori) l’accesso a dati sensibili dei cittadini senaghesi, al di fuori dalle proprie finalità di servizio. Esistono infatti gli organi preposti al rispetto delle normative e delle leggi.
 
Invitiamo inoltre i cittadini senaghesi a prestare attenzione, nel caso informarci e soprattutto a diffidare da chi divulga notizie personali, di cui non dovrebbe essere nemmeno a conoscenza.                           
 
                                                                                                                   
 
 
 
 

                                                                                              
Sentiti i nostri legali, stiamo pensando di presentare un esposto al Garante della Privacy e alla Procura della Repubblica per accertare eventuali illeciti e responsabilità , specialmente nel caso dovessero continuare a girare informazioni sensibili inerenti a qualunque cittadino di Senago.
 
 
Naturalmente non solo riferite a “false” notizie su attivisti del nostro gruppo, ma informazioni personali di qualsiasi senaghese, compresi di militanti di altre forze politiche.
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
                                                                                                                                                                                        Crediamo infatti che, in primis, debba esserci rispetto verso le singole persone, soprattutto in una fase sociale e politica così drammatica.
 
 
 
A maggior ragione è inaccettabile, sempre se fossero accettate delle responsabilità, accedere ai database anche per semplice curiosità oppure utilizzare arbitrariamente “dati sensibili” per colpire avversari politici o persone non gradite.
 
 
 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Quello che va colpito, senza se e senza ma, è “il sistema del malaffare”, che va a gravare sulla tenuta sociale delle nostre comunità. 
 
 
 
 
 
 
 
 MoVimento 5 Stelle Senago 

 
 ” E’ difficile vincere contro chi non si arrende mai! ”  G.C.
 
 
 
 
 
 
 
 

Lascia un commento